Pubblicato il  26 Ottobre 2020

La Cooperativa dell’Alta Val di Vara, che già adotta criteri di sostenibilità per la produzione di carne biologica, fa un passo anche verso l’efficienza energetica.

La Cooperativa San Pietro Vara di Varese Ligure (SP), produce e commercializza carne biologica di alta qualità attraverso una filiera corta e controllata, rivolgendo i propri prodotti a mense scolastiche, ristoranti, consumatori privati, piccoli negozi, gruppi d’acquisto e alla grande distribuzione.

La cooperativa riunisce 90 soci operanti nell’Alta Val di Vara, nota come la “valle del biologico”, che fa parte del primo bio-distretto nazionale a indirizzo zootecnico ed opera nel costante rispetto dell’ambiente. Oltre ad avere allevamenti biologici gestiti in maniera sostenibile ed etica, la cooperativa si occupa anche del mantenimento del territorio tramite un’accurata manutenzione e controlli per evitare frane e incendi.

La Cooperativa ha scelto di fare un altro passo sostenibile riducendo i propri consumi di energia elettrica e le emissioni di CO2 installando un impianto fotovoltaico sul tetto dell’edificio. A seguito della partecipazione della Cooperativa alle misure di finanziamento del PSR Regione Liguria 2014-2020, abbiamo quindi progettato e realizzato un impianto fotovoltaico da 16 kWp sul tetto a falda con ottimizzatori di potenza, che permetterà annualmente alla cooperativa di risparmiare fino al 70% propri consumi di energia elettrica ed evitare l’immissione in atmosfera di 14 tonnellate di CO2.

L’approccio sostenibile si inserisce in un contesto territoriale già consolidato sotto questo punto di vista. Il comune di Varese Ligure infatti, sede della cooperativa, è il primo paese in Europa ad aver ottenuto le certificazioni EMAS e ISO 14001 per il rispetto e la corretta gestione del territorio, grazie alla capacità di controllare l’impatto ambientale delle proprie attività per uno sviluppo sostenibile.

 

Condividi