Pubblicato il  2 agosto 2019

Quello delle auto elettriche è oggi un mercato in continua espansione che ha fatto registrare nel 2018 a livello mondiale un +63% rispetto al 2017, circa 5,1 milioni di auto, e anche in Italia il trend è in crescita.

Le auto elettriche sono ormai diventate una valida alternativa ecologica alle vetture alimentate a benzina o diesel, possono garantire un risparmio a lungo termine, la possibilità di non dover sottostare ai blocchi della circolazione, e percorrenze chilometriche sempre più elevate grazie a una maggiore autonomia delle batterie.

In Italia, in relazione alle immatricolazioni avvenute nei primi mesi del 2019 si è registrato per le auto elettriche un +120% rispetto al 2018: se andiamo a guardare i soli dati di giugno 2019 addirittura si registra un + 225%. Un segnale in controtendenza però, se si pensa che il mercato delle auto ha registrato nello stesso periodo una flessione del 2,2%.

Proprio per far fronte a questa crescente domanda e alla nuova normativa europea che ha previsto entro il 2023 un taglio delle emissioni di CO2 del 37,7% per i veicoli inquinanti, la produzione delle auto elettriche è pronta al grande salto moltiplicando l’offerta dei vari modelli.

Audi per esempio presenta e-tron, il primo SUV elettrico della casa con più di 400 Km di autonomia, ma ad un prezzo lusso. La Volkswagen, già uscita con la e-golf, propone la ID, che non è solo un’auto elettrica, ma anche la sua produzione è 100% verde, ad un prezzo abbordabile. Mercedes-Benz lancia la EQC, il primo SUV completamente elettrico con 450 km di autonomia, ma anche questo con un prezzo lusso. La casa giapponese Nissan rivoluziona il design dell’auto elettrica dell’anno 2018, la Nissan Leaf, con 378km di autonomia, un motore da 150 cv e un tempo di ricarica rapida fino all’80% in soli 40 minuti. Tra le più economiche annoveriamo la Smart ForTwo, la Renault ZOE e la Peugeot iOn.

Prezzi elevati a parte, esistono degli incentivi per alleggerire l’acquisto. La Legge di Bilancio 2019 prevede infatti l’introduzione, a partire da marzo 2019, di un bonus per l’acquisto di auto elettriche pari a 6.000€ in caso di rottamazione di un veicolo di medesima categoria di classe Euro 0, 1,2,3 e 4, e a 4.000€ senza rottamazione.

Anche per gli amanti delle due ruote il mercato è florido. Le moto elettriche, così come gli scooter elettrici, non emettono gas di scarico possono accedere alle ZTL, usufruire di eco-incentivi statali e regionali, sono esenti dal bollo per cinque anni, godono di uno sconto che può arrivare fino del 50% sul premio d’assicurazione, e se usate bene, possono contribuire ad abbattere i costi del trasporto privato.

Pescandone una tra le tante, L’Energica Eva EsseEsse9 con motore da 109 cv garantisce secondo la casa madre 150 km di autonomia media, si carica fino all’85% in soli 30 minuti grazie al sistema FastCharge, e completamente in circa in 3 ore e mezza. Anche lo storico marchio Harley Davidson sta lanciando sul mercato un’elettrica pura, la LiveWire, dal prezzo elevato ma con prestazioni eccellenti e un’autonomia di 180km.

L’E-mobility sembra quindi il prossimo futuro, ma non dobbiamo scordare che i veicoli elettrici, sia a 2 che a 4 ruote, hanno bisogno di ricarica ed infrastrutture a supporto, ovvero, una buona copertura di colonnine di ricarica in strada che garantiscano efficienza e tempi brevi. In Italia oggi si può contare su 5507 colonnine per la ricarica delle auto e 2684 per le due ruote (dati report Legambiente-MotusE “Le città elettriche”).

 

Scopri le agevolazioni per l’acquisto di un veicolo elettrico

https://ecobonus.mise.gov.it/

Condividi