L’occasione da non perdere per bonificare le coperture in amianto del tuo capannone!

Dopo 6 anni di attesa e di pressione degli operatori e delle associazioni, nella nuova bozza di decreto per l’incentivazione delle fonti rinnovabili è stato reintrodotto un meccanismo specifico per chi vuole bonificare un tetto in amianto e sostituirlo con una copertura fotovoltaica.

 

 

Le nuove opportunità nel decreto FER in uscita

Un meccanismo che agisce su due livelli e trasforma un’incombenza gravosa sul bilancio in una opportunità di riqualificazione dell’azienda, di risparmio in bolletta, di trasformazione in chiave sostenibile della propria attività.

Cosa prevede la bozza ormai vicina alla pubblicazione

1) Una quota della potenza incentivata, sarà dedicata esclusivamente a tetti da bonificare (fino a 700 MW complessivi di impianti FV)

2) Gli impianti incentivati otterranno 2 benefici:

  • Un contributo fisso per tutta l’energia non auto-consumata ma immessa in rete (dipendente dalla taglia dell’impianto)
  • Un extra-incentivo di 12 €/MWh su tutta l’energia prodotta dall’impianto (sia sulla quota auto-consumata, quindi, che su quella immessa in rete)

Per accedere agli incentivi, con impianti di taglia inferiore ad 1 MW su tetti contestualmente bonificati, è necessario essere iscritti in posizione utile ad appositi registri, che verranno aperti più volte nel corso dell’anno, a partire auspicabilmente dalla prossima primavera. All’apertura del primo registro, occorre farsi trovare pronti e con le idee chiare.

A questo scopo, AzzeroCO2 propone alle aziende una valutazione e un pre-dimensionamento tecnico/economico per l’intervento di bonifica, la realizzazione della nuova copertura, e l’installazione di un impianto fotovoltaico.

Contattaci

valentina.imperato@azzeroco2.it

Condividi