Il progetto ISAAC (Increasing Social Acceptance and Awareness of biogas), finanziato dalla Commissione Europea attraverso lo strumento finanziario Horizon 2020, ha l’obiettivo di combattere le barriere non tecniche alla diffusione del biogas e biometano in Italia.

Il progetto, coordinato da AzzeroCO2, in partnership con CNR (Istituto sull’Inquinamento Atmosferico e Istituto di Ricerca sulla Crescita Economica Sostenibile), CIB (Consorzio Italiano Biogas), Legambiente e ChimicaVerde, è stato avviato il primo gennaio 2016 e durerà 30 mesi. Lo scopo di I.S.A.A.C. è contribuire al superamento delle barriere non tecnologiche alla diffusione del biogas e del biometano a livello italiano ed europeo, attraverso l’implementazione di azioni di coinvolgimento e sensibilizzazione della cittadinanza. 

Il sito web del progetto consentirà a tutti i portatori di interessi e alle associazioni di cittadini di essere sempre al corrente di tutte le novità tecnologiche, finanziarie e amministrative del mondo del biogas e del biometano.

Obiettivi del progetto

  • Aumentare la conoscenza dei benefici sociali, ambientali ed economici connessi con la produzione di biogas e biometano;
  • Aumentare l’accettazione pubblica di produzione di biocarburante con impianti di digestione anaerobica.
  • Ridurre la frammentazione tra gli agricoltori e gli altri soggetti potenzialmente interessati alla costruzione di impianti AD;
  • Presentare proposte normative volte a migliorare la legislazione italiana esistente in materia di biogas / biometano;
  • Diffondere sistemi di finanziamento adatti per impianti AD;
  • Migliorare la governance pubblica locale attraverso corsi specifici per amministratori.

Azioni

  • Coinvolgere i territori di due regioni italiane per un progetto pilota su nuovi impianti AD con processi partecipativi;
  • Organizzare una intensa serie di eventi locali e attività di educazione scientifica che coinvolgeranno anche le scuole secondarie;
  • Utilizzare uno strumento per la valutazione della produzione di biogas nei territori coinvolti;
  • Organizzare visite a impianti di produzione di biogas con cittadini e scolaresche;
  • Applicare un nuovo schema di finanziamento che coinvolga anche i cittadini;
  • Condurre vari sondaggi per valutare l’accettazione e l’impatto socio economico;
  • Networking con altri progetti europei impegnati sulle stesse tematiche

 

Condividi