Pubblicato il  19 Settembre 2013

AzzeroCO2 ottiene la certificazione secondo la UNI CEI 11352, la norma italiana che stabilisce i requisiti per le società che svolgono il ruolo di Energy Service Company.

Le società per i servizi energetici (ESCo) come AzzeroCO2 promuovono interventi di efficienza energetica contribuendo a salvaguardare l’ambiente e a ridurre le emissioni di CO2, nonché al raggiungimento degli obiettivi del Protocollo di Kyoto.
Per raggiungere questi obbiettivi e fornire ai propri clienti servizi efficaci è indispensabile che una ESCo operi nel rispetto delle migliori pratiche di settore e possegga tutte le capacità necessarie per erogare i propri servizi.

Per questo AzzeroCO2 ha ottenuto la certificazione secondo la norma UNI CEI 11352 sulla “Gestione dell’energia – Società che forniscono servizi energetici (ESCo)” che si configura come uno strumento di supporto per le politiche energetiche nazionali: è stata infatti elaborata sulla base delle disposizioni dell’articolo 16 del Decreto Legislativo n. 115/2008, che in Italia recepisce la Direttiva 2006/32/CE concernente l’efficienza degli usi finali dell’energia e i servizi energetici.

La norma UNI CEI 11352 fissa i requisiti minimi dei servizi di efficienza energetica e delinea le varie capacità che una ESCo deve possedere per poter offrire le attività peculiari presso i propri clienti. La ESCo, difatti, è qualificata come una realtà che deve essere in grado di seguire tutto il processo di gestione dell’energia, dalla diagnosi all’applicazione delle soluzioni, compreso il supporto e il monitoraggio successivi.

La norma inoltre offre supporto ai clienti nel valutare le aziende che offrono servizi di miglioramento dell’efficienza energetica ed è uno strumento di autodiagnosi e qualificazione per le aziende che offrono tali servizi, completando il quadro normativo rappresentato dalla ISO 50001 e dalla UNI CEI 11339.

Perché scegliere un’azienda di servizi energetici certificata:

  • offre migliori garanzie al settore finanziario grazie alla riduzione di una parte della valutazione del rischio
  • garantisce la qualità dei fornitori secondo determinati standard alla Pubblica Amministrazione negli acquisti verdi
  • consente all’azienda e alla Pubblica Amministrazione di acquisire una migliore capacità di analisi dei rischi tecnici e finanziari dei propri investimenti
  • dà maggiori garanzie del ritorno degli investimenti effettuati in attività di efficienza energetica.
Condividi