Pubblicato il  10 settembre 2018

Piccole novità, ma apprezzate dagli operatori del settore, come la conferma dell’incentivo per la sostituzione dell’amianto con il fotovoltaico.

È disponibile il testo del Decreto FER 1 sulle fonti rinnovabili che dovrebbe essere presto proposto per l’approvazione e che introduce alcuni piccoli cambiamenti tra cui:

  • la proroga dell’avvio dei bandi a fine gennaio 2019,
  • la possibilità di partecipare ai bandi con aggregati di impianti,
  • l’avvio dei progetti per la sostituzione dell’amianto con impianti fotovoltaici.

 

In relazione ai benefici per chi installa impianti fotovoltaici in sostituzione all’amianto è previsto un “premio amianto” per la realizzazione di impianti fotovoltaici i cui moduli sono installati su edifici con coperture in eternit o comunque contenenti amianto, con la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto. 

Si tratta però di un benefit economico minimo soprattutto per chi ha necessità di installare impianti fotovoltaici su coperture in amianto complesse (magari multi-strato e con coibentazioni contaminate, da bonificare anch’esse), a copertura di strutture che necessitano di coibentazioni costose, che dovrebbero avere un maggior contributo.

Lo strumento è utile, in via prioritaria, per favorire la sostituzione dell’amianto in caso di impianti realizzati su scuole, ospedali e altri edifici pubblici o aperti al pubblico. I contingenti disponibili “ad hoc” sono, in ogni caso, molto ampi, e lo spazio di azione potrà coinvolgere anche strutture private.

La bozza stabilisce anche le nuove date di apertura dei sette bandi previsti per le procedure d’asta e registro. La data di apertura del primo bando è il 31 gennaio 2019, gli altri seguiranno con cadenza quadrimestrale.

Il testo al momento è in esame al Ministero dell’Ambiente e il prossimo 14 settembre è previsto un evento riservato durante il quale il Ministero dello Sviluppo Economico presenterà la bozza ufficiale.

Condividi