Richiedi informazioni

Mitigare le emissioni inquinanti: il mercato volontario dei crediti di carbonio

Il cambiamento climatico e la crisi ambientale sono questioni urgenti da affrontare su più piani. Il mercato volontario dei crediti di carbonio è una di quelle strade che, in maniera complementare con le altre, e a certe condizioni, può rallentare il surriscaldamento globale, mitigando gli effetti delle emissioni inquinanti di CO2.

 

Cos’è il mercato volontario di crediti di carbonio?

Nasce parallelamente a quello obbligatorio per ripartire la responsabilità della riduzione delle emissioni di CO2, previste dal Protocollo di Kyoto nel 2005, fra i settori industriali maggiormente inquinanti nei Paesi dell’Unione Europea. I soggetti pubblici o privati che non hanno obbligo di riduzione ma vogliono comunque compensare le proprie emissioni, possono acquistare crediti sul mercato volontario.

Il credito di carbonio è prima di tutto un’unità di carattere finanziario che rappresenta la rimozione di una tonnellata di CO2 equivalente dall’atmosfera. Tramite l’acquisto sul mercato volontario, le aziende possono co-finanziare progetti di forestazione, tutela delle foreste, produzione di energia da fonti rinnovabili ed efficienza energetica.  

Requisiti per la generazione dei crediti di CO2

Per generare crediti di CO2, i progetti di compensazione devono essere opportunamente realizzati, verificati e certificati e apportare un miglioramento rispetto allo scenario base, ovvero quello che si verificherebbe in assenza del progetto sviluppato. La realizzazione dell’intervento deve:  
  • portare ad un miglioramento ambientale rispetto allo scenario-base e il flusso di reddito generato dalla vendita dei crediti di riduzione delle emissioni deve contribuire in maniera significativa alla realizzazione dell’intervento di compensazione.
  • creare condizioni di impiego per le popolazioni locali, benessere derivato dal miglioramento di abitudini e/o introduzione di nuove professionalità, tecnologie, ecc.
 

Standard di certificazione

I progetti di compensazione devono essere conformi ai principali standard di verifica riconosciuti a livello internazionale, che consentono di certificare l’effettiva riduzione della CO2 del progetto. Ecco i principali:

Dove vengono gestiti i crediti di CO2?

I crediti vengono scambiati su apposite piattaforme internazionali, come VERRA e Gold Standard, le quali offrono un sistema che accresce la trasparenza e l’efficienza all’interno del mercato globale dei crediti. Questi registri offrono la garanzia di tracciabilità del credito, poiché consentono di selezionare i progetti, acquistare i relativi crediti e ottenere il trasferimento con l’apposito numero seriale.  

Il mercato dei crediti di carbonio in numeri

Ecosystem Marketplace, un'iniziativa senza scopo di lucro di Forest Trends e una delle principali fonti globali di informazioni sulla finanza ambientale, redige ogni anno uno studio sull’andamento dei mercati volontari del carbonio (Voluntary Carbon Markets - VCM), acquisendo i dati attraverso una survey che coinvolge oltre 230 partecipanti, inclusi sviluppatori di progetti, investitori e intermediari con sedi in oltre 40 paesi. Tra questi anche AzzeroCO2.

Il 2021 è stato un anno storico da record per i VCM, che hanno visto quadruplicare il loro valore rispetto al 2020, raggiungendo i 2 miliardi di dollari. Ciò è in parte dovuto ad un incremento medio dei prezzi, che sono aumentati di circa il 60% rispetto al 2020, ma anche alla crescita esponenziale dei volumi scambiati, che sono passati da circa 200 milioni nel 2020 a quasi 500 milioni di crediti scambiati nel 2021. Anche il 2022, si preannuncia un anno da record.

Distribuzione del valore dei crediti per tipologia di progetto di compensazione



La compensazione delle emissioni di CO2 attraverso l’acquisto di crediti è senza dubbio un passo che tutte le aziende, che desiderano ridurre la propria impronta ambientale, dovranno valutare come ultimo step di un percorso di riduzione delle emissioni che dev’essere integrato nella propria strategia aziendale e con obiettivi concreti di medio-lungo termine.

In AzzeroCO2 operiamo da anni nel mercato volontario dei crediti di CO2 e supportiamo le aziende in un percorso a 360 gradi volto alla riduzione delle emissioni e ad una transizione verso la sostenibilità,  supportandole inoltre nel comunicare in maniera chiara, corretta ed efficace le scelte intraprese.
 

-------------

Domenico Mottola
Consulente Area sostenibilità AzzeroCO2


Certificato di compensazione

Inserisci negli appositi campi il codice che hai trovato sul marchio per visualizzare i dettagli della compensazione e scaricare il certificato.