Pubblicato il  19 dicembre 2019

A Pistoia il 13 dicembre sono state presentate agli organizzatori di eventi le opportunità generate dall’adozione di un sistema di gestione sostenibile per gli eventi secondo la norma ISO20121.

Il 13 dicembre, presso la Sala Maggiore del Palazzo Comunale di Pistoia, si è tenuta la tavola rotonda “La sostenibilità ambientale degli eventi musicali live: profili giuridici e operativi”, organizzata dal Circolo Legambiente di Pistoia e SIEDAS (Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo). Un momento di confronto tra gli operatori di settore che ha avuto come obiettivo quello di approfondire i vari aspetti relativi all’organizzazione degli eventi musicali live e del loro impatto ambientale.


La norma ISO 20121 è rivolta a tutte le organizzazioni che desiderano migliorare la sostenibilità delle loro attività correlate agli eventi, nello specifico:

  • Organizzazioni responsabili del sistema di gestione dell’evento
  • Organizzazioni che offrono servizi includibili in eventi sostenibili (catering, ecc.)
  • Strutture e piattaforme dove si possono svolgere eventi (hotel, centri congressi, ecc.)

Se pensiamo all’impatto che ogni singolo evento può avere sull’ambiente e sulla società, ci rendiamo conto di quanto sia importante cominciare a pensare all’adozione di un sistema di gestione sostenibile integrato dell’evento, che prenda in considerazione i diversi aspetti legati alla sua organizzazione.

Ciò vuol dire che l’impegno per rendere l’evento sostenibile non deve limitarsi alle sole attività compensative a fine progetto, che, per quanto valide, potrebbero essere viste come un tentativo di green washing: è necessario avere un atteggiamento proattivo che porti alla realizzazione di attività concrete di riduzione degli impatti, anche a monte.

Benefici 

Come illustrato dal nostro responsabile vendite centro Italia, Vincenzo Ventricelli, durante il convegno, la norma non definisce i requisiti per l’evento (non è una lista di controllo o un metodo di valutazione delle prestazioni), ma per il suo sistema di gestione, rendendola applicabile a tutti i tipi di eventi (singoli o ripetitivi, locali o internazionali), con l’obiettivo del miglioramento continuo del sistema.

I benefici ambientali, sociali ed economici sono innumerevoli e ripagano senz’altro l’impegno ulteriore richiesto all’organizzatore per implementare un sistema di gestione. Vanno dalla riduzione dei costi di gestione e degli impatti ambientali alla tutela delle risorse e della biodiversità e al miglioramento delle relazioni con gli stakeholder. Sono inoltre un ottimo strumento di diffusione di buone pratiche di sostenibilità con il conseguente miglioramento della reputazione.

AzzeroCO2 è in grado di accompagnare gli organizzatori di eventi nell’intraprendere un percorso che porti all’adozione di un sistema di gestione dell’evento secondo la norma in tutte le fasi (progettazione, organizzazione e comunicazione post evento) fino alla sua certificazione, sempre a cura di un ente terzo.

 

 

Condividi